FAQ

1. Cos’è l’IBP?
IBP è un tipo di metodo di intervento psico-corporeo integrato che lavora in maniera sinergica sia sul corpo che sulla mente di un individuo per realizzare stati altamente integrati di benessere.

Il metodo di intervento IBP permette di identificare e modificare gli schemi emotivi, psicologici e muscolari disfunzionali che si sono creati in seguito a condizionamenti e traumi emotivi, e che allontano le persone da questi stati di integrazione psico-corporea, di autenticità e di benessere.

Ai partecipanti IBP vengono insegnate le tecniche per intervenire sul benessere corporeo e mentale delle persone, in modo da permettere loro di raggiungere e mantenere questi stati psicofisici profondi. Come risultato degli interventi IBP, gli individui saranno in grado di percepire se stessi, chi li circonda ed in mondo intero in modo diverso, attraverso stati altamente integrati di benessere e un senso di Sé allargato.

2 . Cosa rende l’ IBP diverso da altri tipi di intervento psicologico?
A differenza degli approcci psicologici, l’attenzione di IBP sulla componente somatica consente alle persone di identificare e sbloccare i modelli di espressione corporea che perpetuano le esperienze traumatiche e negative della prima infanzia; spesso lavorando sui blocchi corporei infatti emergono sensazioni totalmente rimosse, sulle quali la persona non avrebbe mai scelto di lavorare nonostante costituiscano la radice dei loro problemi.  Detto in altri termini, spesso i clienti chiedono di lavorare su obiettivi che sono il frutto degli stessi schemi difensivi che causano il malessere interiore; ad esempio una persona dotata di schema difensivo ‘perfezionista’, avvertendo una insoddisfazione per la propria vita, chiederà al counselor di aiutarlo ad essere più efficace e più efficiente, avendo totalmente rimosso la paura di base che lo porta a ricercare la perfezione. Le tecniche corporee permettono di andare alla radice del malessere di una persona.

3. Cosa rende l’IBP diversa da altri approcci corporei?

Rispetto ad altri approcci corporei, nell’IBP l’utilizzo di tecniche mentali consente di  costruire, sull’onda del cambiamento fisico, nuove esperienze emozionali che permettano ai nuovi schemi positivi di consolidarsi e di durare nel tempo. Rosenberg notò che spesso gli interventi psicocorporei  generavano sì cambiamenti immediati, magari sotto forma di catarsi, ma che l’individuo, dopo pochi giorni, riacquisiva gli stessi irrigidimenti caratteriali e fisici di prima. La soluzione a questo problema si trova in due caratteristiche fondamentali dell’IBP: la prima è il fatto che il cambiamento somatico viene accompagnato da delle esperienze di ‘presenza emozionale correttiva’ che permettono alla persona di interiorizzare nuovi schemi percettivo-reattivi; la seconda è la ‘gentilezza’ con cui il cambiamento somatico viene provocato, attraverso l’utilizzo di una grande varietà di tecniche; ed è proprio questa gentilezza che consente all’individuo di non rispondere con nuovi blocchi difensivi e di aprirsi al cambiamento.

4. Ma questa scuola mi abilita a fare counseling?

Si: ogni forma di counseling non “terapeutico” rientra sotto la legge 4/2013 che riconosce legalmente il professionista counselor. Unico obbligo per il counselor: inserire in fattura e in ogni documento e rapporto scritto con il cliente, l’espresso riferimento, agli estremi della presente legge. (Art.1 comma 3). Trovi la legge a questo link della gazzetta ufficiale: QUI.

5. In che lingua si tiene il corso?

Essendo i trainer americani, il corso è tenuto in Inglese. Abbiamo scelto di evitare la traduzione per consentire ai partecipanti di evitare i tempi morti della traduzione e di percepire direttamente l’insegnamento. Difatti, data la natura tecnica delle lezioni, è sufficiente una discreta conoscenza dell’inglese. E’ possibile verificare contattandoci se il proprio livello di conoscenza della lingua è adeguato.

Hello world.
News: prossime date di IBP for Business: 21 Febbraio - 7 Marzo Potete trovare maggiori news cliccando qui: IBP for Business